Dieta dello studente

Dieta dello studenteGli esami sono alle porte e gli studenti sono alle prese con la preparazione delle prove conclusive: per studiare con successo, tuttavia, passare le giornate sui libri non è l’unica chiave del successo.
L’impegno, infatti, deve essere accompagnato da alcuni accorgimenti che possono migliorare le capacità cognitive, attenuare il senso di affaticamento e la tensione nervosa.

L’alimentazione gioca in questo contesto un ruolo fondamentale, insieme al riposo notturno e allo svolgimento di un’attività fisica regolare.

La dieta dello studente prevede la ripartizione dell’apporto calorico in 4 o 5 momenti della giornata per assicurare una costante concentrazione di zuccheri nel sangue rifornendo così il cervello del suo combustibile per eccellenza.

La dieta per studenti deve poi essere molto varia per garantire l’apporto di tutti i principi nutritivi necessari alla rigenerazione delle cellule nervose.
Non una dieta per dimagrire, ma un corretto  e sano bilanciamento di tutti gli alimenti.

La dieta da seguire comincia dalla colazione del primo mattino, durante la quale è consigliabile assumerne uno yogurt con muesli, frutta secca e semi (zucca, girasole, pinoli), accompagnati da una buona spremuta d’agrumi (il pieno di vitamine C e A è garantito!).
A metà mattina l’ideale è uno spuntino a base di frutta di stagione oppure succhi e centrifugati di frutta fresca, eventualmente accompagnati da qualche fetta biscottata integrale. Se vi sentite stanchi assumete anche una tazza di tè verde oppure un infuso tonificante.
Privilegiate a pranzo le proteine e alla sera i cereali abbinati ad ortaggi e legumi: prima di coricarvi, per favorire il relax, sorseggiate una tisana rilassante.

Ricordatevi di includere nella vostra dieta alcuni alimenti noti per le proprietà benefiche: l’avena (favorisce alcune reazioni enzimatiche indispensabili per la rigenerazione dei nervi); amaranto, miglio, foglie verdi e ravanelli (ricostituenti e benefici per le cellule cerebrali); semi di zucca, girasole e pinoli (sortiscono un effetto riequilibrante sul sistema nervoso); fragole, mirtilli e more (prevengono lo stress a livello delle cellule cerebrali); miele (per la trasmissione degli impulsi nervosi e la microcircolazione cerebrale).

Fonte: Cucina Naturale

Annunci

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: